DIMAGRIRE CON I PESI
TRAINING

Per dimagrire efficacemente punta sui pesi

Sono le 18:30. File interminabili di persone di ogni sesso ed età attendono con smania il loro turno dietro a tapis roulant, fiduciosi che la loro quotidiana sessione di allenamento aerobico li porterà in breve a dimagrire e assottigliare addome, fianchi e glutei. 

Quanti di loro  porteranno a casa qualche risultato tangibile, oltre che pile di magliette e shorts da lavare? Forse coloro che si fanno 10 km al giorno per 5-6 giorni a settimana. Ma è questo il modo più efficiente per dimagrire e, soprattutto, per restare magri più a lungo? NO.

 

Più muscoli per dimagrire meglio

Infatti sessioni interminabili di attività aerobiche a bassa intensità, siano esse di corsa, di cyclette o di bike, limitano la crescita muscolare, che rappresenta il nostro miglior strumento “bruciagrassi”. Il nostro obiettivo non deve essere semplicemente perdere peso, ma perdere massa grassa cercando di conservare il più possibile quella magra.

“Che differenza fa? A me basta che la bilancia indichi un peso più basso, non mi importa se ho perso grasso o muscoli”: sono certo che molti di voi stanno pensando esattamente questo. Attenti! Fa una differenza enorme! Lo ribadisco: i muscoli sono il nostro miglior strumento per “bruciare i grassi”, quindi dobbiamo preservarli e possibilmente incrementarli.

Qualche sostenitore del running obietterà che mediamente, a parità di tempo, una sessione di allenamento aerobico consuma più calorie rispetto ad una sessione di lavoro anaerobico (con i pesi). Questa differenza però è del tutto irrilevante sul bilancio settimanale. Noi infatti non “bruciamo” quando ci stiamo allenando ma quando siamo comodamente in poltrona a guardare la nostra serie TV preferita. No, non sono impazzito.

L’allenamento occupa infatti una parte minima del nostro tempo e dobbiamo sfruttare questo poco tempo non per cercare di consumare qualche caloria in più, ma per migliorare il nostro metabolismo! E migliorare il nostro metabolismo significa aumentare la massa muscolare (o tonificare), che ci permetterà di metabolizzare meglio anche grassi e zuccheri.

Cosa fare quindi? Usiamo il nostro tempo prezioso per allenarci più con i pesi che sul tapis roulant e i risultati arriveranno.

La corsetta di un’ora resta un ottimo alleato per il nostro sistema cardiovascolare, ma non per i nostri addominali.

A proposito, se hai il timore che i pesi ti “gonfino” gambe e glutei leggi qui.

 

3 Comments

  • Davide

    Ciao Alessandro,
    ottima analisi; condivido pienamente quanto esponi.
    Trovo però di difficile attuazione il tuo consiglio di puntare più su un’attivItà anaerobica piuttosto che privilegiare quella aerobica per me che sono in sovrappeso.(BMI 30)
    Io mi sono posto l’obiettivo in primis di perdere peso in maniera tale da poter affrontare un programma di allenamento improntato sui pesi.
    Grazie
    P.s. trovo il tuo sito davvero interessante

  • Davide

    Ciao Alessandro,
    trovo molto interessante ciò che scrivi relativamente al training anaerobico.
    Con quale proporzione settimanalmente però lo combineresti con quello anaerobico.
    Grazie

    • ALESSANDRO GRASSINI

      Ciao Davide,
      ti ringrazio. Direi che non esiste una proporzione “ottimale” con cui suddividere le sessioni di allenamento tra lavoro aerobico e anaerobico; molto dipende dal tuo obiettivo. Mi sembra di capire dal tuo commento precedente che attualmente il tuo obiettivo principale sia di perdere peso. Considerato il tuo BMI pari a 30, in assenza di particolari patologie cardiovascolari (es: ipertensione), potresti comunque portare avanti in parallelo sia un’allenamento con sovraccarichi (anche a corpo libero) che un’allenamento tipicamente aerobico. Ad esempio, se ti alleni 2 volte a settimana, potresti dedicare un giorno al running e un giorno all’allenamento con i pesi. Un’alternativa è mischiare all’interno della stesso allenamento sia esercizi con una componenente più aerobica che esercizi con sforzi anaerobici. Le strade percorribili sono diverse, ma il consiglio che ti do è di non escludere a priori il lavoro con i sovraccarichi, anche in questa prima fase in cui vuoi perdere peso.
      Spero di esserti stato utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *